Giardino delle Abilità

Cara mamma, caro papà, carissimo insegnante,

Hai mai comprato un seme, con l’intento di piantarlo nella terra e la speranza di vederlo diventare un fiore o una piantina, qualche tempo dopo?

Hai scavato nella terra un piccolo buco in cui appoggiarlo? Lo hai innaffiato? Hai atteso che germogliasse? Lo hai posizionato in un posto non troppo soleggiato, ma neppure al buio? Hai provato soddisfazione e orgoglio quando il seme, crescendo, è diventato una piantina?

Quante cure, quanta pazienza e impegno, ci vogliono per far diventare pianta un piccolo seme! Ma che piacere poi, che gioia!

Io nella mia vita ho scelto di imparare ad aiutare i bambini a crescere sani, responsabili, autonomi e competenti. Ho scelto di insegnar loro a comprendere e gestire i propri pensieri, le emozioni e i comportamenti, soprattutto quando devono affrontare situazioni difficili e stressanti. Ho imparato ad aiutare i ragazzi e le ragazze a riflettere criticamente con la propria testa, senza farsi influenzare dalle opinioni degli altri; a risolvere le difficoltà personali in maniera adattiva, senza la necessità di ricorrere a rimedi dannosi (come fumare, bere alcool, utilizzare sostanze stupefacenti). Infine ho appreso come dare una mano ai genitori, per svolgere al meglio un processo, quello educativo, tanto complesso e impegnativo, ma tanto, tanto ricco di soddisfazioni.

Con il Giardino delle Abilità vogliamo mettere a disposizione le nostre capacità e l’entusiasmo che ci dà lavorare con i giovani, per dare il nostro contributo affinché i bambini, i ragazzi e le famiglie dei comuni della Saccisica, possano vivere bene e divenire, domani, adulti sani e responsabili, che sappiano apprezzare e godersi la propria vita.

Piove di Sacco, 10 agosto 2017

                                                                    Santo La Monica

Giardino delle Abilità

Presentazione

Può essere rappresentato come una seconda casa, in cui i bambini vengono sostenuti nel loro processo di crescita, cognitiva, emotiva, relazionale e affettiva, al fine di raggiungere il più alto grado di benessere psico-fisico e di sviluppare le competenze necessarie per riuscire nei diversi ambiti della loro vita.

Il progetto ha carattere di prevenzione primaria e secondaria, ovvero è rivolto sia a bambini e ragazzi sani, con l’obiettivo di mantenere le condizioni di benessere, sia a giovani che presentano difficoltà, con l’obiettivo di ottenere la guarigione.

Nel Giardino delle Abilità si svolgono attività che consentono di promuovere il benessere psico-fisico dei bambini, attraverso lo sviluppo di 5 importanti aree (di seguito descritte); con i bambini si lavora in piccoli gruppi (circa 4 o 6 per gruppo) di età simile, in orario pomeridiano; le attività vengono svolte in forma laboratoriale. Con i genitori e gli educatori si svolgono attività che hanno il fine ultimo di migliorare il benessere psico-fisico dei loro figli o educandi.

WhatsApp chat